Il suicidio in famiglia: Una morte che segna le vite

Camilla Serena

29.99 €

L’argomento affrontato offre una presentazione e un’analisi del vissuto del lutto per suicidio da parte di un parente. L’obiettivo è quello di descrivere le caratteristiche del fenomeno in correlazione alle dinamiche e alle relazioni della situazione familiare. L’analisi della storia e della cultura è importante sia per capire come era vista la morte volontaria da parte della società e, sia da un punto di vista religioso, di come erano giudicati i sopravvissuti fino ai giorni nostri. Oggi il suicidio è considerato come una conseguenza di circostanze e fattori specifici individuali o di stati mentali patologici. E’ un tipo di morte che non tutti comprendono, chi rimane in alcuni casi si sente marchiato. Sono state riportate alcune testimonianze di esperienze personali di “sopravvissuti” che partecipano a gruppi di auto mutuo aiuto tramite associazioni per il lutto. Da ciò emergono particolari sentimenti come: la vergogna, la rabbia, il senso di colpa e, la perdita del senso di vivere. La famiglia diventa un contenitore importante di queste sofferenze. La relazione con il defunto, i rapporti all’interno della famiglia e, il tipo di supporto esterno sono dei precursori di come la persona potrà elaborare il lutto. L’intervento dei gruppi AMA sembra essere un efficace aiuto per una buona ripresa della persona in crisi.

Pages:86
Published:2021
ISBN:9798733407258
Language:Italian
Category:Psychology